15
02
2019

Silvia affetta da sclerosi multipla e Stefano con il Parkinson: la loro forza un esempio per tutti alla Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon

Il mondo del running sempre più frequentemente diventa teatro di sfida contro patologie difficili. Anche alla Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, che prenderà il via alle 10 di questa domenica 17 Febbraio 2019, il messaggio di battaglia contro malattie come il Parkinson e la Sclerosi Multipla viene trasmesso attraverso la riappropriazione della padronanza dei propri movimenti. Una mezza maratona in questo caso è la sfida per dimostrare a sé stessi e agli altri che riuscire a vincere la propria malattia è possibile.Correre è la maniera per vivere una socialità che di fronte ad alcune patologie viene spesso messa da parteSilvia Furlani e Stefano Ghidotti sono un grande esempio che insegna tanto a tutti noi. Storie di coraggio, di voglia di vivere, di passione per questo sport e di grande altruismo, perché intorno a tutto questo gravitano persone sempre pronte a tendere una mano a chi è in difficoltà.

PARTENZA ALL’ALBA – Silvia Furlani, 58 anni una donna dalle mille risorse  prenderà il via della Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon, un po’ prima degli altri, all’alba, quando ancora sarà buio, per poter festeggiare il suo arrivo con gli altri. Nel 1986, Silvia inizia a manifestare difficoltà motorie e parestesie e scopre di essere affetta da Sclerosi Multipla. Silvia ha solo 30 anni e non ci sta e trasforma la frustrazione per la infelice diagnosi in rabbia rigeneratrice. Silvia comincia a correre e si ritrova al traguardo di famosissime maratone in tempi (3h25’) che per un amatore sono da urlo. Se poi l’amatore ha anche una patologia così limitante, l’applauso per Silvia non può che trasformarsi in una ovazione. Nel suo Palmarès maratone come Berlino, Venezia, Carpi, disputate persino tutte nello stesso mese. Tra le sue esperienze la maratona del deserto libico, dove si è pure persa! Avete capito bene, ma per spiegare la tenacia di Silvia, bisogna parlare di quella passeggiata di 120 km verso Santiago. Con uno zaino da 10 Kg, nel 2017 Silvia affronta il cammino di Santiago e tutte le difficoltà di questa impresa, aggravate da problematiche che un individuo sano non riesce nemmeno ad immaginare. A distanza di trent’anni dall’esordio della malattia, Silvia ha dovuto abbandonare l’idea di tagliare il traguardo della maratona.Silvia sa che per portare a termine una mezza maratona ha bisogno di circa sei ore.Silvia sa che arriverà ultima. Silvia sa che cadrà 100 ma si rialzerà 101 volte. Silvia sa che la quotidiana ora di allenamento la tiene in vita, non soltanto perché migliora la sua mobilità, ma perché in questo modo non permette alle difficoltà psicologiche di prendere il sopravvento. Silvia, con la sua caparbietà e tenacia, è riuscita ad uccidere il pregiudizio per il quale i malati di Sclerosi Multipla sono costretti all’immobilità e vince la sua personalissima maratona ogni qualvolta riesce a dimostrare, a sé stessa e agli altri, che il buio può essere cancellato. Chi correrà la Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon la incontrerà lungo il suo percorso, sarà pronta ad incitare tutti e ad essere applaudita per i suoi 32 anni di queste grandiose imprese. Verona e i vernesi stiano pronta ad applaudire ad una grande donna.

GRAZIE AI NOSTRI SPONSORS – L’evento Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon 2019 è possibile grazie al fondamentale sostegno del Comune di Verona e al Patrocinio della Camera di Commercio I.A.A. Un particolare ringraziamento va anche ai nostri partner, in tanti da molto anni ci seguono rinnovando sempre la loro fiducia. In primis il title sponsor Gensan, i Main Sponsor Agsm, Lidl, Zuegg e ZeroWind. Sponsor Tecnico saràJoma. Green Partner Amia e Acque Veronesi, tra i partner Ali Spa e B&B Hotels Italia.Fornitori ufficiali: Eurocompany e Armando De Angelis, Marazzi Noleggio, Scaligera Service, Melegatti e Gls Corriere Espresso. Media Partner: Radio NumberOne e Telenuovo.